Il Ravenna centra la prima vittoria grazie a una doppietta di Errico e regala ai propri tifosi una prestazione sofferta e autoritaria allo stesso tempo contro un Sassuolo tutt’altro che agevole nelle vesti di avversario. La squadra biancoverde, scesa in Romagna indossando una divisa totalmente azzurra, rende la vita difficile alla squadra guidata dal duo Balacich-Rizzo, che però riesce a sfruttare al meglio il gol iniziale di Errico e, nel prosieguo, gli interventi decisivi di Guidi e la solidità di un gruppo compatto capace di soffrire e pungere nella ripresa mettendo fine al tentativo di reazione del Sassuolo.
Vittoria importante di fronte alle telecamere della Lega Nazionale Dilettanti che hanno trasmesso in diretta streaming la partita e con una buona cornice di pubblico nonostante il clima sia quello che porta verso la fine dell’anno.

Pronti via e il Ravenna passa subito grazie a una staffilata di Errico che da fuori area trova l’angolino alla destra di Tasselli rendendo inutile il tuffo del portiere. Nonostante il vantaggio il Ravenna continua ad esprimersi con un gioco spumeggiante nelle fasi iniziali di gara e dopo un tiro dalla distanza di Faragò al 13′ la squadra biancorossa torna a macinare gioco. Al 17′ una punizione di Pittaccio trova Baldini, ma la conclusione dell’attaccante è alta. Due minuti dopo Errico arriva in area dopo uno scambio nello stretto con Pittaccio, ma Tasselli è decisiva a deviare il pallone in calcio d’angolo. Il Sassuolo non sta a guardare, anche se il pallino del gioco resta stabilmente in mano alle biancorosse, la squadra di D’Astolfo al 25′ colleziona la migliore occasione della prima mezz’ora. Sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina il pallone arriva a Bursi che tira a botta sicura la ribattuta della difesa del Ravenna, ma Manieri è ben piazzata e spazza il pallone sulla linea di porta. L’occasione infonde fiducia alle neroverdi così come la paratona di Tasselli che al 40′ devia sul palo un colpo di testa di Pittaccio, brava a farsi trovare pronta su un calcio d’angolo. Così la prima frazione di gioco si chiude all’insegna delle ospiti che al 44′ hanno l’occasionissima sui piedi di Faragò, ma Emma Guidi con un grandissimo intervento salva il risultato. Un minuto dopo invece ci pensano le nazionali Tucceri Cimini e Manieri, che pressano Tarenzi lanciata in area e permettono al portiere del Ravenna di uscire e far sua la sfera.

Forte del vantaggio, il Ravenna torna in campo aggressiva e al 3′ su una punizione a centro aera di Carrozzi, Campesi prova il tiro di prima intenzione, ma la difesa del Sassuolo forma un muro e devia la conclusione in angolo. Sulla battuta dalla bandierina il Ravenna rischia grosso con l’ex Pondini che avvia il contropiede facendosi tutto il campo palla al piede e suggerendo in profondità per la scatenata Prost, ma Guidi ancora una volta è decisiva e in due tempi salva il risultato. La sfida si apre improvvisamente con entrambe le squadre che si affrontano a viso aperto e con un gioco spumeggiante, favorito anche dalla scarsa propensione ad interromperlo del direttore di gara. Il Ravenna spinge forte al 7′ con un tiro a giro dal limite dell’area di Pittaccio che accarezza il palo prima di finire sul fondo. Sei minuti dopo è di nuovo Pittaccio a provarci dal limite dopo aver controllato il pallone in una situazione non facile, ma senza inquadrare la porta. È a questo punto che lentamente il Sassuolo guadagna campo. La squadra neroverde trova in Costi un elemento di disturbo importante per la retroguardia del Ravenna. La neoentrata al 14′ costringe Guidi ad un’uscita determinante, mentre al 17′ Tardini con un tiro dal limite (forse dopo una deviazione della difesa) colpisce in pieno il palo. Poco dopo ancora Costi protagonista con una punizione dal limite che Guidi mette in angolo. Il gol delle ospiti potrebbe sembrare nell’aria, ma a fare la differenza è il cinismo del Ravenna che al 23′ chiude la pratica con Errico che approfitta di una sbavatura in fase difensiva del Sassuolo e deposita il pallone in rete. Il 2-0 di fatto mette fine alla gara con il Sassuolo che sembra non riuscir più a far girare palla, mentre il Ravenna continua a gestire e a cercare di pungere. L’ultima azione degna di nota della partita è proprio di marca biancorossa al 42′ con un bel recupero di Casadio che lancia sulla sinistra Barbaresi, la giovane attaccante suggerisce a centro area dove Pugnali dopo aver controllato esalta le doti di Tasselli che limita il passivo della sua squadra.

Ravenna Woman – Sassuolo 2-0
Ravenna: Guidi; Costantino, Manieri, Tucceri Cimini, Casadio; Errico, Carrozzi, Campesi; Baldini (38′ st Barbaresi), Pugnali (46′ st Cimatti), Pittaccio (19′ st Quadrelli). A disp.: Tampieri, Muratori, Alunno. All.: Balacich-Rizzo.
Sassuolo: Tasselli; Zanoletti, Bursi, D’Adda, Oliviero; Prost, Eusebio, Pondini (13′ st Costi), Tardini; Faragò, Tarenzi. A disp.: Lugli, Gobbi, Giatras, Imprezzabile, Costi, Botti, Rosso. All.: D’Astolfo.
Arbitro: Sergio Palmieri di Conegliano (Errico Abdoni e Federico Ravaioli di Ravenna).
Reti: 2′ pt e 23′ st Errico.
Ammonite: Tucceri Cimini, Quadrelli, Carrozzi.
Note: spettatori 100 circa. Calci d’angolo 3-5. Recuperi: 3′ pt, 4′ st.

 

Fonte: ufficio stampa Ravenna Woman

Recent Posts

Start typing and press Enter to search