Ecco a voi il terzo consiglio di Raffaella per passare al meglio questo periodo di permanenza a casa: Sex Education, fortunata serie britannica. Tema portante? Il sesso, raccontato nelle sue molteplici sfaccettature. Dalla prima volta alle più giovanili delle esperienze. Due le stagioni finora uscite, entrambe disponibili su Netflix. Zero spoiler, mettetevi comodi e godetevi la prima puntata!

 

Sex Education mette in scena il sesso senza alcun timore, racconta ciò che di solito si dice sottovoce, con la mano davanti alla bocca. E fa pure venire a galla le tensioni legate alla prima volta. Entra nelle camere da letto, fa rivivere scene imbarazzanti, momenti catastrofici che rasentano il grottesco, momenti che i compagni di scuola stanno provando sulla loro pelle. Esagera situazioni in cui si trovano i liceali con gli ormoni in subbuglio. Così si ride di qualcosa di naturale, che deve essere divertente. Sex Education ‘studia’ ogni lato della materia. Si raccontano i giorni, spesso difficili di Eric, omosessuale che ama essere eccessivo, con vestiti e atteggiamenti. Il tutto dimostra il suo voler essere ciò che è senza limiti – la sua sarà una delle storie più sincere e reali -. Si scoprono i segreti di questi ragazzi ancora acerbi e che conoscono, forse, ancora poco di sé. Non è un caso infatti che i primi incontri di Otis avvengano dentro ad un bagno, per non vedere e per non essere visto, come un confessore fa quando ascolta i “misteri” più intimi dell’animo umano

Recommended Posts

Start typing and press Enter to search